Un reperto storico della massima attualità: i problemi dei giovani artisti raccontati dagli artisti in un’audizione del 2007 in Parlamento

Nell’ambito dell’Indagine conoscitiva sulle problematiche connesse al settore dell’arte figurativa italiana, la Commissione Cultura della Camera dei Deputati ha ascoltato, in rappresentanza dei giovani artisti, le testimonianze dei Masbedo (video art), di Marzia Migliora (elaborazione fotografica, video art, installazioni) e Simone Pellegrini (pittura).

“Il primo dei problemi che mi trovo ad affrontare è nominare ad alta voce la mia professione.

Un esempio molto esplicito è la mia carta di identità in cui alla voce professione corrispondono 10 asterischi. 

Allo sportello dell’anagrafe, quando mi è stato chiesto quale fosse la mia professione, ho risposto l’artista e mi è stato detto che questa voce nell’elenco delle professioni non esisteva ma era possibile sostituirla con “in cerca di occupazione” o degli “asterischi.“

Un incipit fulminante quello del testo che Marzia Migliora ha indirizzato alla Commissione Cultura Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati.

Lo scorso 26 luglio 2007 Marzia è stata, insieme ai Masbedo, coppia di spicco della video art italiana, e a Simone Pellegrini, raro caso di giovane pittore italiano conosciuto anche all’estero, protagonista dell’audizione che, nell’ambito dell’Indagine conoscitiva sulle problematiche connesse al settore dell’arte figurativa italiana, la Commissione ha dedicato alle condizioni e ai problemi dei giovani artisti.

E’ proprio così: per lo stato italiano Marzia Migliora, un talento riconosciuto nel campo dell’elaborazione fotografica e della video art e, dunque, un valore da aggiungere al patrimonio culturale del nostro paese, di professione farebbe questo: ********** , 10 asterischi! 

Ma scusate, non eravamo un popolo di santi, eroi, navigatori e, per l’appunto, artisti? 

E allora cos’è successo? 

Com’è possibile che il rapporto tra arte e pubbliche istituzioni sia oramai a tal punto sfilacciato e confuso da consentire a un impiegato dell’anagrafe di negare ad un’artista (per intenderci, una che sui proventi ricavati dalla sua professione è chiamata a pagare le tasse come qualsiasi altro cittadino) il diritto di definirsi tale proprio sui documenti che ne attestano l’identità?

Questo e altri interrogativi, non meno importanti, sono emersi nel corso delle audizioni che hanno segnato i tempi dell’indagine. 

Da febbraio al 31 luglio 2007 la Commissione ha ascoltato: i membri del tavolo di coordinamento, vale a dire quel Tavolo per l’Arte Contemporanea costituito da artisti e critici d’arte di chiara fama, i rappresentanti dei galleristi, del Ministero per i  Beni e le Attività Culturali, di Federculture, dei critici d’arte, degli Assessorati alla Cultura degli Enti Locali, dei giovani artisti, delle Facoltà Universitarie di Architettura che ha avuto il merito di sollecitare l’iniziativa parlamentare

Un’audizione è stata anche riservata al Viceministro Ugo Intini  e un’altra ad Andrea Cancellato, in qualità di direttore della Triennale di Milano. 

Ora le informazioni raccolte dovrebbero costituire la base per l’elaborazione di un progetto di legge.

Ne riparleremo con calma a settembre, magari raccogliendo le impressioni degli auditi (si chiamano proprio così), a cominciare dai giovani artisti, la voce più autentica e interessante tra quelle che abbiamo ascoltato seguendo i lavori della Commissione. 

E non ce ne vogliano gli altri, d’altronde autori di interventi anche rimarchevoli, perché se questi ragazzi sono davvero rappresentativi della giovane arte italiana significa che il futuro, almeno su questo versante, è meno cupo di quanto paventassimo. 

Non è la solita, dovuta retorica su quanto siano straordinari i giovani, che spesso anzi sorprendiamo impegnati in argomentazioni di sconcertante banalità. 

Non nel caso in esame, però. 

I Masbedo (al secolo Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni ), Marzia Migliora e Simone Pellegrini  avevano cose semplici e notevoli da dire e le hanno dette di fronte ai soli cinque membri della Commissione che, nel torrido pomeriggio romano di giovedì 26 luglio 2007, erano lì ad ascoltare.

Commissione Cultura Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati

“Indagine conoscitiva sulle problematiche connesse al settore dell’arte figurativa italiana, con particolare riferimento alle condizioni della sua esistenza e sviluppo”

Relazione prodotta dal Tavolo di lavoro “Per l’arte contemporanea”

letta da Luigi Martini

Nell’audizione del 21 febbraio 2007

On Presidente, on.li Deputati,

decidendo di avviare una indagine conoscitiva sulle “arti figurative” contemporanee avete assunto una decisione storica, perché, per quanto ci risulta, è la prima volta che un organo del Parlamento italiano, negli anni della Repubblica, decide di interessarsi delle “arti figurative” per capire in che stato versano, e con esse, in quale stato versa la società, la comunità nazionale. Ciò è già, di per sé, un merito grande della Commissione Cultura Scienza e Istruzione della Camera dei Deputati, una decisione della quale vi siamo molto grati; ma così facendo crediamo vogliate assumervi la responsabilità di andare oltre la normalità del rapporto fra politica e “arti figurative” per come si è configurato nella prassi del nostro paese, ci auguriamo che desideriate ingaggiare una sfida inusuale, sottolineare la funzione permanente dell’arte, capire realmente la situazione in cui si trova, scavare nei vari campi professionali che la riguardano, indicare e sospingere l’approvazione di provvedimenti normativi da parte dello Stato che aiutino il pieno dispiegarsi della creatività del nostro paese in questo campo. 

Ma, sopra ogni cosa, dislocare l’attività dello Stato italiano, ad ogni livello, dalle sue istituzioni rappresentative a quelle d’arte, su un piano di corretta e coerente funzione democratica, anche nel campo delle “arti figurative”.

Iscriviti e partecipa al Sindacato Creativi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...